rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Forli: Migranti al voto, ecco come scegliere il proprio rappresentante

Forli: Migranti al voto,  ecco come scegliere il proprio rappresentante
maggio 11
01:13 2015

Domenica 7 giugno, a un anno di distanza dalla decadenza della precedente“Consulta”, nascerà il “Consiglio dei cittadini stranieri del Comune di Forlì”, con un nuovo nome e alcune nuove caratteristiche, tra cui un mandato quinquennale, sganciato da quello del Consiglio Comunale.

Dal 13 aprile all’8 maggio i candidati hanno presentato le liste presso l’URP del Comune, per farle sottoscrivere dai loro sostenitori. Ogni lista, formata da un minimo di 7 a un massimo di 20 candidati, con rispetto dell’equilibrio di genere (quota femminile pari a 1/3), verrà verificata dalla Commissione Elettorale e resa ufficiale a partire dal 13 maggio. Il 25 maggio alle ore 20.00, presso il Salone Comunale, i candidati potranno poi presentare il loro programma durante un evento aperto alla cittadinanza.

Il voto si svolgerà nella sola giornata di domenica 7 giugno, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, presso la residenza comunale in piazza Saffi n. 8. Per votare è necessario avere compiuto 18 anni, essere residenti nel comune di Forlì, non avere la cittadinanza italiana e avere con sé un documento d’identità valido. Ogni elettore può esprimere la sua preferenza per una delle liste presentate, scegliendo due candidati (un uomo e una donna), a prescindere dalla loro provenienza geografica .

Le operazioni di voto porteranno all’elezione di 20 consiglieri, rappresentanti di 4 aree geografiche: Europa comunitaria e Apolidi; Europa non comunitaria; Africa; Asia, Oceania e America. Il numero di seggi per area geografica è proporzionale al numero di elettori, ma ogni area ha diritto ad avere almeno un rappresentante.

Altri 10 seggi sono riservati alle associazioni, che potranno proporre al massimo 3 nominativi ciascuna. Dopo le elezioni verrà emesso un bando, a cui potranno partecipare tutte le associazioni aventi preferibilmente sede nel territorio comunale, costituite da almeno un anno e regolarmente iscritte al registro provinciale o regionale, a condizione che il numero dei loro soci italiani non sia superiore al 50%. La nomina di questi dieci consiglieri spetta alla conferenza dei capigruppo del Consiglio comunale, integrata dall’assessore competente (in questo caso l’Assessore alle Politiche Sociali Mosconi). La scelta dei nominativi si baserà sull’esperienza maturata dalle associazioni sul territorio, ma anche su un criterio di riequilibrio di genere e provenienza geografica all’interno del Consiglio.

Tra questi 10 consiglieri potranno essere nominati anche cittadini migranti, che abbiano recentemente ottenuto la cittadinanza italiana. Tutte le informazioni relative al voto e al nuovo regolamento del Consiglio sono disponibili da questo link sul sito del Comune di Forlì

Francesca Abbiati (Segni e Sogni)

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter