rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Diomande Gbeu: “Abbiamo l’unica lista con 3 continenti. Insieme vinciamo”

Diomande Gbeu: “Abbiamo l’unica lista con 3 continenti. Insieme vinciamo”
maggio 19
01:14 2015

Il capolista di “La Forza dell’integrazione” è l’ivoriano Diomande Gbeu Serge, 25 anni con due figli, di cui uno in Africa, Dal 2007 a Forlì, Serge ha le idee chiare e lancia subito un appello: “Invito tutti ad andare a votare per far sentire la nostra voce e far conoscere i problemi dei cittadini immigrati agli amministratori della città”.

La peculiarità di questa lista è, tra l’altro, che raggruppa candidati da tre continenti, lista_laforza_dell_integrazioneAfrica, Asia, e America Latina, mentre le altre liste sono mono-etniche o continentali. “Noi ci siamo uniti – ha spiegato Serge – con altri immigrati di Asia e America perché abbiamo le stesse esigenze e gli stessi problemi. Siamo convinti che c’è bisogno di unità per dare più forza e credibilità alle nostre richieste. Insieme possiamo avere una sola voce per definire obiettivi, priorità e questioni da affrontare”. Non mancano le idee da sviluppare per favorire percorsi d’integrazione tra nuovi cittadini e la comunità forlivese. “Dobbiamo essere capaci – ha chiarito Serge -, innanzitutto, di offrire il meglio delle nostre tradizioni culturali alla comunità forlivese, prima di chiedere aiuti e sostegni. Bisogna farci conoscere come cittadini operosi per poi essere riconosciuti come persone che, facendo parte di questo paese, tra pochi anni diventeranno italiane insieme a loro”.

Se venisse eletto, Serge vorrebbe perseguire diversi obiettivi. “Ascolterei tutte le comunità immigrate – ha assicurato Serge – per poter elaborare una piattaforma precisa di richieste da fare all’amministrazione. Bisogna organizzare iniziative interculturali efficaci per coinvolgere i forlivesi e agevolare quello scambio culturale capace di arricchire tutta la città. Non abbiamo un posto, come un circolo, dove incontrarci per discutere di ciò che c’è bisogno. C’è spesso necessità di informare gli immigrati sulle nuove leggi italiane ma anche sui diritti statali di cui possono beneficiare ma che, spesso, ignorano. Inoltre, mi sembra molto ingiusta la legge che ritira il permesso di soggiorno agli immigrati che hanno perso il lavoro senza aver mai commesso reati e pur avendo pagato anche dieci anni di contributi previdenziali. Come movimento per l’integrazione faremo sentire questa nostra esigenza anche a livello nazionale”.

 Armando Dell’annunziata (Segni e Sogni)

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter