rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Cooperazione internazionale, UE numero uno in solidarietà

Cooperazione internazionale, UE numero uno in solidarietà
aprile 16
14:19 2015

Primo posto per aiuti alla cooperazione in tutto il mondo. L’Unione europea si conferma numero uno in solidarietà con un incremento di aiuti allo sviluppo che è arrivato a una cifra totale di 58,2 miliardi, con un aumento del 2,4 per cento nel 2014 rispetto all’anno precedente. Emerge da un rapporto dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) presentato dalla Commissione europea a Bruxelles. “Sono orgoglioso che l’Unione europea sia prima tra i finanziatori mondiali per aiuti pubblici allo sviluppo nonostante la difficile situazione economica”, ha detto il commissario europeo per la cooperazione internazionale e lo sviluppo, il croato Neven Mimica.

Nel 2005 gli Stati membri dell’Ue si sono impegnati ad aumentare l’aiuto pubblico allo sviluppo fino allo 0,7 per cento del reddito nazionale lordo (Rnl) entro il 2015. “Il 2015 è un anno cruciale per il futuro dello sviluppo sostenibile – ha indicato Mimica – ma siamo ancora lontani dal raggiungimento dei nostri ambiziosi obiettivi e credo fermamente che possiamo impegnarci a raggiungere lo 0,7 per cento”. L’anno in corso è stato, infatti, indetto Anno europeo dello sviluppo, il primo dedicato al ruolo dell’Ue nel mondo. E ha ricevuto l’approvazione dei cittadini. Eurobarometro ha reso noto che oltre l’80 per cento degli europei ritiene che gli aiuti allo sviluppo sono importanti e ben il 60 per cento pensa che andrebbero incrementati. Ben due terzi dei cittadini dell’Ue ritengono che la lotta alla povertà nei Paesi in via di sviluppo debba rientrare tra le priorità dell’azione esterna di Bruxelles.

Nel rapporto si evidenzia come sia la Croazia a registrare l’aumento maggiore di finanziamenti passando dallo 0,07 allo 0,11 per cento del reddito nazionale lordo, così come la Finlandia (da 0,54% a 0,60%), Germania (da 0,38% a 0,41%), Lussemburgo (da 1,0% a 1,07%), Romania (da 0,07% a 0,10%) e Svezia (da 1,01% a 1,10%). L’Italia è stabile a 0,16, nel 2013 era a 0,17. Un declino è stato rilevato in Francia, (da 0,41% a 0,36%), in Irlanda (da 0,46% a 0,38%), nei Paesi Bassi da (0,67% a 0,64%), in Portogallo (da 0,23% a 0,19%) e Spagna (da 0,17% a 0,14%) e in 11 altri Paesi dell’Ue. In totale 15 Paesi membri hanno aumentato l’aiuto pubblico allo sviluppo di 3,4 miliardi di euro mentre è diminuito di 1,3 miliardi in altri 13 Paesi.

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter