rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Immigrazione: ecco l’agenda dell’Unione Europea

Immigrazione: ecco l’agenda dell’Unione Europea
marzo 10
10:07 2015

Dopo l’ennesima strage di migranti nel Canale di Sicilia, il commissario europeo all’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, e il primo vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, hanno annunciato di aver deciso di anticipare l’Agenda europea sulla migrazione a metà maggio (prima era prevista a metà luglio).
Sono quattro le aree dell’Agenda Ue: un forte sistema comune di asilo, una nuova politica europea che promuove la migrazione legale, una lotta alla migrazione irregolare e alla tratta di esseri umani e il rafforzamento delle frontiere esterne dell’Unione europea. Secondo Timmermans serve “un atteggiamento aggressivo nella lotta ai trafficanti di esseri umani responsabili di tragedie”. E Avramopoulos ha incalzato: “Basta con la politica dello scaricabarile, abbiamo un atteggiamento realistico e chiaro su quello che l’Ue può fare e ciò che non può fare”.

Uno dei quattro punti previsti è il miglioramento del sistema europeo comune di asilo, eliminando tutte le differenze tra le diverse politiche nazionali e affrontando le cause della migrazione. “Dobbiamo essere pronti alla risposta immediata nelle emergenze – ha detto Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Ue – ma allo stesso tempo affrontare le cause profonde, a partire dalla crisi diffusa lungo le nostre frontiere, soprattutto in Libia. Stiamo aumentando il nostro lavoro con i Paesi di origine e di transito per proteggere le zone in cui sono in corso conflitti, intercettare le rotte dei trafficanti e facilitare il reinsediamento dei migranti”. La Commissione europea, infatti, si è impegnata a far progredire l’aumento dei trasferimenti dai Paesi terzi che ospitano un alto numero di rifugiati.

La Commissione europea avvierà una revisione della direttiva “Carta blu”, la versione della green card americana, per consentire ai lavoratori altamente qualificati di venire a vivere e lavorare nell’Ue. L’obiettivo è essere più competitivi a livello globale, combattendo parallelamente l’alto tasso di disoccupazione attuale in accordo con gli Stati membri. “La migrazione riguarda le persone – ha detto Avramopoulos – dietro ogni volto che arriva alle nostre frontiere c’è un individuo: una vittima dei trafficanti di esseri umani, un genitore che cerca di mettere i propri figli al sicuro, uno studente che sogna di studiare. Nel presentare un programma globale europeo sulle migrazioni, dobbiamo pensare a tutte le dimensioni della migrazione per creare un’Unione europea più sicura, prospera e attraente”.

Infine, nella nuova agenda la Commissione chiederà di rafforzare la lotta alla tratta di esseri umani, lavorando in stretta collaborazione con i Paesi terzi anche attraverso accordi di riammissione e cooperazione, come il processo di Rabat, Khartoum e Budapest. Il budget per Frontex potrà essere aumentato grazie alla nuova agenda europea perché secondo l’UE servono più risorse, anche umane, per poter affrontare al meglio la sfida in continua evoluzione lungo le frontiere esterne.

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter