rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Monica Padurean: nuova artista forlivese

Monica Padurean: nuova artista forlivese
novembre 11
07:07 2014

Giovane, entusiasta e appassionata, piena di idee e di progetti da realizzare, Monica Padurean vive con la famiglia a Dovadola , piccolo paesino nei dintorni di Forlì. “Siamo venuti in Italia, io e mio marito, perché questo paese ci piace, ed eravamo convinti di poter realizzare nuovi progetti  in ambito formativo e professionale”.

Monica proviene da Baia Mare, una città rumena famosa come centro culturale e d’arte. La tradizione artistica è così forte che Baia Mare ha una scuola superiore e , da qualche anno, una sede universitaria che forma tanti giovani alle arti plastiche e grafiche. Ogni anno si svolge una manifestazione artistica “Annuale dell’arte”, che, come la Biennale di Venezia, offre la possibilità agli artisti del paese di esporre le loro opere e, per i più giovani, di farsi conoscere.

Anche Monica, ci ha esposto in più occasioni; e nonostante sia in Italia da vari anni la sua passione per l’arte è diventata ancora più ampia: “Io non dipingo semplicemente quadri, ma metto sulla tela progetti che poi svilupperò grazie ad altre tecniche, come ad esempio il telaio. Il destino dei miei quadri è di diventare arazzi, oppure opere di decorazione negli ambienti di vita delle persone, costruiti con stoffe e materiali di varia natura, anche riciclati”.

Monica trova l’occasione di venire in Italia, il paese dell’arte per antonomasia, ma le sue aspettative vengono tradite da un lento e complicato sistema italiano di riconoscimento dei titoli di studio, che di fatto impedisce a chi ha studiato all’estero di esercitare in Italia la sua professione.

Prima di tutto si deve produrre una dichiarazione di valore dei titoli di studio, rilasciata dalla ambasciata italiana in Romania con un discreto investimento in tempo e soldi, poi con questa dichiarazione ci si rivolge alle università italiane, per sapere se gli studi svolti verranno ritenuti sufficienti oppure se sarà necessario sostenere nuovamente una serie di esami. E anche qui passa del tempo, e sarà nuovamente necessario sborsare soldi.

Alla domanda relativa a cosa sta facendo mentre attende i tempi della nostra burocrazia, Monica risponde un po’ malinconica: “Sono membro degli artisti forlivesi, dipingo ed espongo quando ne ho l’occasione, ma farsi conoscere non è facile, in Italia senza un Mecenate è difficile per qualsiasi artista, ancora di più per me che vengo da fuori. Nel frattempo faccio tanti piccoli lavori, ma ho tanti progetti,  e spero che , un giorno, questo paese mi darà la possibilità di mettermi in gioco.”

di Fabbri Fulvia  (Segni e Sogni)

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter