rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Ius Soli sportivo

Ius Soli sportivo
ottobre 16
07:01 2014

Dal 9 al 23 ottobre tutta l’Europa calcistica sarà impegnata nelle settimane d’azione contro il razzismo, promosse dal network FARE. Questa iniziativa, conosciuta come Football People Action Week, è un’occasione per celebrare la diversità nel calcio.
Ogni paese infatti ospiterà durante queste settimane iniziative una serie di iniziative agonistiche volte a contrastare le discriminazioni nelle squadre professioniste, nelle competizioni europee come la Champions e l’Europa League e nelle squadre di quartiere.

Anche l’Italia quindi aderisce a questa iniziativa attraverso una serie incontri e partite sparse per le città. Bologna, ad esempio, il 17 e il 18 ottobre ospiterà una rassegna cinematografica sul razzismo e l’omofobia nel mondo del calcio, e un torneo contro tutte le discriminazioni nello sport.

Nello sport italiano la discriminazione è da sempre presente, la più grande di queste è sicuramente rivolta ai figli di persone migranti che giocano o vogliono fare sport non solo in modo agonistico.
Proprio all’interno dell’Action Week, il 13 ottobre si è tenuto a Vicenza, presso la Basilica Palladiana, un incontro tra tecnici dell’Associazione Italiana Calciatori e alcuni parlamentari, per approfondire come favorire lo “Ius soli sportivo” e rendere più facile l’accesso al tesseramento dei giovani di seconda generazione.

“Mancano 80 giorni al termine del semestre di Presidenza italiana dell’Unione Europea – ha detto l’on. Kyenge, presente all’incontro – La riforma della cittadinanza deve arrivare in aula entro la fine del 2014. Sono centinaia di migliaia i giovani che la attendono. Figli del nostro Paese, cresciuti nelle nostre scuole, italiani di fatto. Ogni giorno li vediamo giocare a calcio insieme ai loro coetanei, ma senza avere gli stessi diritti. Lo sport è un diritto di tutti senza alcuna distinzione”.

Uno “Ius soli sportivo” sarebbe dunque un lungo passo fatto verso uno Ius soli universale, che garantisca a tutti i figli di genitori stranieri il diritto a una cittadinanza che può dare loro opportunità maggiori in Italia e in Europa.
Lo sport è dunque per l’ennesima volta un campo in cui i diritti vengono prima di tutto.

About Author

Zineb Naini

Zineb Naini

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter