rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

La memoria del Mediterraneo

La memoria del Mediterraneo
settembre 30
11:34 2014

Il 3 Ottobre a Roma vi sarà una commemorazione interreligiosa dei morti nel Mediterraneo. La commemorazione si svolgerà dalle 15:00 alle 20:00 in Piazza Esquilino.
Come tutti, o quasi, ricorederanno risale infatti al 3 ottobre 2013 la tragedia dell’imbarcazione libica che naufragò al largo di Lampedusa con 500 migranti a bordo. Di essi solo 150 raggiunsero la riva. Una settimana dopo 170 migranti persero la vita nelle stesse acque. Dopo quella tragedia più di 2,500 persone, per lo più Africani, morirono nel Mediterraneo in analoghe circostanze e molti altri continuano a morire.

Ad un anno dalla TRAGEDIA DI LAMPEDUSA, il Movimento degli Africani in Italia, in collaborazione con altre associazioni africane, invita tutti coloro che non vogliono dimenticare a partecipare alla commemorazione interreligiosa delle vittime di Lampedusa e di tutti gli altri migranti inghiottiti dal Mediterraneo mentre fuggivano da guerre, persecuzioni e povertà.

La celebrazione interreligiosa sarà ufficializzata da un Prete Cattolico, un Prete Ortodosso, un Imam, e un Capo della religione tradizionale Africana, accompagna da canti e balli Africani.
Durante la commemorazione ci sarà la lettura delle testimonianze dei sopravvissuti alle varie tragedie nel Mediterraneo.

“Il 3 Ottobre 2013 costituisce per il mondo intero e particolarmente per l’Africa una data dolorosa che non può essere dimenticata – dice Ouattara Gaoussou, Presidente del Movimento degli Africani – Questo dramma, che viene ricordato come “la strage di Lampedusa”, è frutto di anni e anni di politica cieca verso l’immigrazione, non immune da tinte di razzismo o xenofobia, sia da parte delle istituzioni italiane che dei paesi e delle istituzioni europee, che hanno preferito scaricare sull’Italia l’intero onere di occuparsi del fenomeno”

Stephen Ogongo, portavoce del Movimento degli Africani in Italia, invita tutti a partecipare in massa a questo evento “che risponde prioritariamente ad un dovere di civiltà e di affermazione di principi troppo spesso dimenticati”.

Il 3 ottobre è una data da ricordare, come sarebbero da ricordare tutte le decine di migliaia di nomi scritti sul fondale del Mediterraneo.

Per ulteriori info, si possono contattare:
Stephen Ogongo – Movimento degli Africani – Ufficio Stampa
Cell. 333-3010654
steveogongo@aol.com

About Author

Zineb Naini

Zineb Naini

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter