rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Alma Mater di Bologna, l’Università senza frontiere

Alma Mater di Bologna, l’Università senza frontiere
settembre 19
00:12 2014

L’università di Bologna nella top 200 dei migliori poli accademici al mondo.
Un’offerta formativa allettante per gli studenti stranieri che vogliono vivere la migliore università italiana.
Patria della più antica università del mondo occidentale, città d’arte, di cultura e di divertimento, Bologna gode di un’alta densità demografica di giovani. L’Università di Bologna conta infatti 90.000 studenti che la rendono giovane e culturalmente attiva.
Prima in Italia, l’Alma Mater di Bologna guadagna terreno anche a livello mondiale posizionandosi nella top 200 dei migliori poli universitari al mondo. Quello di Bologna è l’unico ateneo italiano ad aver raggiunto questo traguardo.

Le facoltà godono di un flusso studentesco estero in continuo movimento e accrescimento. I giovani stranieri, interessati all’offerta formativa, aderiscono a programmi di studio internazionali e ad alto livello accademico, con ottime prospettive lavorative una volta concluso.

L’Ateneo, infatti, propone numerosi programmi di mobilità che ogni anno permettono a studenti stranieri di svolgere parte dei propri studi universitari, o addirittura l’intera permanenza necessaria al raggiungimento della laurea.
L’impegno costante da parte dell’Ateneo, assieme all’Azienda Regionale per il diritto agli studi superiori- ER-GO, è quello di offrire un sostegno economico agli studenti attraverso incentivi, esoneri totali e parziali, borse di studio, collaborazioni lavorative con gli studenti stessi e alloggi, per l’intero decorso accademico.

A Bolgona si formano ogni anno molte figure differenti tra loro data la vasta scelta di corsi universitari e, ogni anno, nuovi ragazzi e ragazze popolano le strade della movida nella cosiddetta città dei portici rendendola incantevole, sia culturalmente che emotivamente.

About Author

Giuseppina Iaccarino

Giuseppina Iaccarino

Mi chiamo Giusy e sono nata quando i grandi tormentoni erano ancora le bellissime colonne dei Pink Floid e dei Supertramp: gli anni 80! La prima cosa che ho scritto è stata la lista della spesa, a soli 4 anni. A 6 ho scoperto il famoso gioco dello Scarabeo e ho iniziato ad inventare parole su parole e da quel momento non ho più smesso. Ora scrivo per passione, per lavoro, per incuriosire.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter