rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Lo sport che ride in faccia alle discriminazioni

Lo sport che ride in faccia alle discriminazioni
maggio 09
09:55 2014

“Siamo tutti scimmie” è diventato ormai uno slogan virale dopo il gesto di Dani Alves, difensore del Barcellona, che ha mangiato una banana lanciata dagli spalti durante la partita di campionato contro il Villareal, giocata il 27 aprile. È con questa spinta in più che ritorna l’appuntamento con i Mondiali Antirazzisti, promossi dalla Uisp. Dal 2 al 6 luglio il parco di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, ospita questo festival multiculturale che ripropone concretamente la lotta contro ogni forma di discriminazione. “Sono gesti importanti che rimangono nella storia. Ma per avere un cambiamento significativo di mentalità credo che serva un passo in più.” È questo il commento di Carlo Balestri, responsabile dell’organizzazione dei Mondiali Antirazzisti che da ormai 18 anni combattono le discriminazioni attraverso sport diversi come il calcio, il rugby, il basket, la pallovolo e il cricket e con la creazione di laboratori concreti, cercando di coinvolgere il numero maggiore di persone di nazionalità diverse.

Per le squadre che vogliono partecipare al torneo le iscrizioni sono già aperte, gratuitamente, sul sito dei Mondiali Antirazzisti. Gli organizzatori invitano i futuri partecipanti a fornire anche una breve descrizione della storia della squadra e della sua attività contro le discriminazioni. Particolarità di quest’anno è la sovrapposizione del torneo meno competitivo al mondo con i mondiali di calcio in Brasile. Per chi non vorrà perdere i quarti di finale verranno allestiti dei megaschermi per la visione gratuita delle partite, in un vero clima internazionale e interculturale. In linea con le edizioni degli anni passati gli organizzatori prevedono la partecipazione di 200 squadre di calcio da 25 paesi differenti, in rappresentanza di 50 nazionalità. Tutte le sere ci sarà spazio anche per la musica, con concerti gratuiti. In particolare, sabato 5 si celebraranno i 30 anni dello ska in Italia, con la partecipazione delle band Vallanzaska, che presenteranno il loro ultimo album, e Red Ska. Un mosaico di eventi che riconducono tutti ad un unico obiettivo: la lotta al razzismo. “Lo sport ride in faccia ad ogni tipo di discriminazione”, diceva infatti Mandela, icona mondiale per la lotta contro l’apartheid, a cui è dedicata questa edizione. Parola  che sembrano perfette per commentare il gesto del calciatore del Barcellona.

Giulia Fini

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter