rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Sempre più imprese straniere a Rimini

Sempre più imprese straniere a Rimini
aprile 17
08:30 2014

A Rimini le imprese straniere trovano sempre più spazio. Secondo i numeri diffusi nell’ultimo report di Unioncamere, al 31 dicembre 2013 sono 4.158 le imprese guidate da cittadini non italiani, il 10,20% sul totale di tutte quelle attive sul territorio riminese, un dato tra i più alti in Emilia Romagna e ben al di là della media nazionale.

E’ un dato che ha sicuramente un forte impatto sulla integrazione dei cittadini stranieri all’interno del tessuto sociale locale. E’ sempre più facile trovare botteghe e piccoli negozi che si rivolgono a specifiche utenze di mercato ma nel contempo incuriosiscono tutti. Un caso su tutti, ad esempio, i negozi di generi alimentari russi che hanno aperto nel centro di Rimini.

Al di là delle note di colore, è una presenza importante quella dei cittadini non italiani nella provincia di Rimini che cresce nel 2013 con un tasso del 4.65%, tra i più alti in regione. L’area riminese si colloca dietro a Bologna (dove le imprese di stranieri crescono del 5,02%) e Ferrara (4,98%). Per quanto riguarda il peso percentuale delle imprese di stranieri su quelle totali, Rimini è al secondo posto in regione (10,20%), dietro alla sola Reggio Emilia (12.72%), mentre la media nazionale si assesta all’8.20%.

“I numeri presentati da Unioncamere – commenta Fabio Galli, assessore alle Attività produttive della Provincia – fotografano il grande dinamismo delle imprese guidate da stranieri nel territorio riminese. Una presenza in costante aumento e in grado di incidere positivamente su più fattori: da una parte manifesta della crescente integrazione sociale sul nostro territorio, dall’altra di una forza occupazionale complessiva che fornisce un apporto molto forte alla produzione economica complessiva, creando occupazione”.

“Si tratta di un valore aggiunto – prosegue Galli – che la nostra realtà sembra intercettare in maniera privilegiata. In momenti di crisi testimonia anche un dinamismo imprenditoriale che trova nella nostra struttura sociale ed economica, un terreno fertile. Va detto altresì come sia probabile che l’incremento sostenuto dell’imprenditoria straniera a Rimini sia figlio di una dinamica più generale, quella cioè che vede l’aumento delle partite IVA a causa della crisi che mette in difficoltà soprattutto le piccole e medie imprese”.

About Author

Stefano Rossini

Stefano Rossini

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter