rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Ritorno volontario assistito per chi vuole rientrare nel paese d’origine

Ritorno volontario assistito per chi vuole rientrare nel paese d’origine
aprile 11
09:43 2014

Il progetto Ermes, Percorsi di Ritorno Volontario Assistito per migranti, lanciato dal Ministero dell’Interno e coofinanziato dall’Unione Europea, dà la possibilità a 80 cittadini stranieri provenienti da Marocco, Tunisia e Albaniadi essere reintegrati nel loro paese d’origine. Il progetto offre supporto all’inserimento nel mondo del lavoro e assistenza per i primi mesi di ambientazione con un piano di reintegrazione delineato in maniera condivisa tra operatore e beneficiario del progetto. Le partenze dovranno essere realizzate entro il 31/12/2014.

L’obiettivo specifico è promuovere percorsi integrati individuali o famigliari di reintegrazione socio-economica per 80 cittadini stranieri provenienti da Marocco, Tunisia e Albania, attraverso un modello sistemico che assista il beneficiario dalla pre-partenza sino alla reintegrazione nel paese di origine, sviluppando sinergie e reti di collaborazione tra le organizzazioni e le istituzioni pubbliche e private che operano nei paesi di accoglienza e nei paesi di origine, nell’ottica di assicurare la sostenibilità del percorso di ritorno.

Per gli immigrati interessati al RVA sarà organizzato un sistema di presa in carico che opererà con servizi di consulenza sociale, legale, formazione, orientamento e sostegno psicologico. Saranno realizzati colloqui svolti da operatori sociali e se necessario da mediatori linguistico culturale. Dagli elementi emersi nei colloqui si delineerà un piano di formazione/orientamento personalizzato per ogni candidato. A chi intende avviare una microimpresa si offrirà assistenza su creazione di impresa, business plan, strategie di marketing mentre chi opta per un lavoro dipendente si fornirà assistenza su bilancio di competenze e stesura CV.
Al termine del percorso formativo/orientamento verrà definito un piano di reintegrazione che potrà prevedere la copertura per le spese di affitto dei primi 6 mesi; frequenza a corsi di formazione professionale; acquisto di prime attrezzature necessarie all’avvio di microimpresa. Si prevede, per ogni beneficiario, un sussidio di reintegrazione di 2.000 euro, erogabile in beni e/o servizi a seguito del ritorno nel paese di origine.
Verrà fornita assistenza alla partenza, preparazione dei documenti di viaggio, acquisto biglietti, organizzazione del viaggio, spedizioni bagagli, espletamento delle procedure richieste dal RVA e accompagnamento all’aeroporto. E’ previsto un sussidio di prima sistemazione di 150 euro. Nei casi che lo richiedono si prevede assistenza e accompagnamento sanitario per particolari problemi di salute. Realizzazione e monitoraggio del piano di reintegrazione nel paese di origine. Una volta rientrato, il beneficiario sarà assistito nella realizzazione del piano di reintegrazione socio-economico elaborato in Italia.

Per informazioni:
ermesritorno@coopas.it oppure a.fanti@cefaonlus.it

 

 Pietro Clemente (bandieragialla.it)

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter