rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Notizie fuori dal ghetto

Notizie fuori dal ghetto
aprile 29
23:46 2014

Il 28 aprile si è tenuto all’Università di Bologna una conferenza per discutere gli aspetti metodologici e i principali risultati del Primo Rapporto annuale dell’Associazione Carta di Roma, “Notizie fuori dal ghetto”, curato dal comitato scientifico dell’Osservatorio Carta di Roma.
La responsabile di questo incontro, Pina Lalli, sociologa e professoressa del corso magistrale di Scienze della Comunicazione pubblica e sociale, ha condotto la conferenza, rivolta ai suoi alunni e ai giornalisti presenti, con la collaborazione di Sergio Gessi, professore del Master di Giornalismo, di Anna Meli, coordinatrice dell’Associazione Carta di Roma e dei ricercatori che hanno svolto le ricerche sul campo per mettere insieme questo primo rapporto.

I risultati di questo rapporto, come hanno spiegato approfonditamente Djordje Zredanovic e Gaia Farina, hanno riconfermato ulteriormente come il mondo giornalistico italiano sia poco attento al metodo di rappresentazione dei migranti e come questo abbia un effetto estremamente negativo sulla visione che di essi ha la società italiana.

L’esigenza di un codice deontologico che i giornalisti dovrebbero seguire nasce proprio da qui e da due casi giornalistici che la Prof.ssa Lalli ci ha illustrato con queste parole: “un giornalista si è reso conto che si poteva, non sapendo cosa implichi nominare il nome completo di un richiedente asilo, provocare minaccie alla sua famiglia e quindi ha chiesto alla federazione e al sindacato dei giornalisti di occuparsi di questi temi; e poi anche per rispondere allo shock in cui gli stessi giornalisti si sono accorti di essere caduti a seguito di un episodio di cronaca. Da tutto ciò è emersa la consapevolezza che si applicava un giornalismo troppo piatto e stereotipato per mera ignoranza di regole”,

Durante questa conferenza si è parlato molto approfonditamente del problema della stereotipizzazione della figura dei migranti da parte dei giornalisti, ma sempre la Prof.ssa Lalli ha riassunto così la questione: “Di stereotipi è pieno il mondo e possono fare dei disastri, se però siamo aperti a conoscere l’altro e a non irrigidire lo stereotipo in fondo si può lasciar fare alla produzione delle stesse persone che lavorano tra di loro, che parlano, che si confrontano, che si dicono “oh ma io ci ho messo una vita ad entrare in chiesa senza il velo e adesso tu te lo vuoi rimettere?” E perché no, ma parliamone! Dopo di che’ non è lo stereotipo il problema, diventa un problema quando questo impedisce alle persone di comunicare”.

About Author

Zineb Naini

Zineb Naini

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter