rete Mier

News

 Breaking News
  • No posts were found

Le buone pratiche di Torino sull’integrazione degli immigrati in vetrina a Bruxelles

Le buone pratiche di Torino sull’integrazione degli immigrati in vetrina  a Bruxelles
febbraio 12
11:06 2014

Secondo uno studio presentato dalla Commissione Ue, ad un incontro con oltre 100 sindaci e rappresentanti di autorità locali riuniti presso il Comitato delle Regioni, nel capoluogo piemontese il gettito fiscale dei contribuenti stranieri frutta alle casse pubbliche un netto di 1,5 miliardi di euro.

Dalla ricerca (basata su dati 2011), che prende in considerazione anche Barcellona, Dublino, Amburgo, Lille e Praga, emerge che i cittadini dell’Ue si trasferiscono a vivere in altri Stati membri soprattutto per lavorare e sono in media più giovani ed economicamente più attivi della popolazione locale.

A Torino, dove la presenza più forte è la comunità romena, i nuovi arrivati aiutano a colmare le lacune del mercato del lavoro accettando lavori poco qualificati, creano nuove attività imprenditoriali e trattandosi di giovani in età lavorativa, contribuiscono ad arginare i problemi connessi all’invecchiamento.

In particolare il capoluogo piemontese emerge per buone pratiche rivolte a stranieri che aspirano a diventare imprenditori. La locale Camera di commercio con gli uffici delle Entrate e della sicurezza sociale hanno infatti messo assieme le loro forze per consigliare e sostenere quelli pronti ad avviare un’attività.

“La libera circolazione è benefica per l’Europa, per i suoi cittadini e per le sue economie. Certo comporta delle sfide per alcune città, sfide che vanno affrontate, ma sarebbe sbagliato mettere in discussione il diritto alla libera circolazione. Sono fermamente convinta che dobbiamo lavorare insieme – a livello europeo, nazionale e locale – per far sì che queste sfide si trasformino in opportunità. Gli esempi di Barcellona, Dublino, Amburgo, Lille, Praga e Torino ci dimostrano che questa trasformazione è possibile”, ha commentato Viviane Reding, vicepresidente della Commissione Ue e responsabile per la Giustizia. (ANSA).

About Author

redazione

redazione

La rete MIER è un network, che raccoglie le testate, i siti web, le iniziative radiofoniche e televisive di comunicazione, realizzate da cittadini di origine straniera o gruppi misti nella Regione Emilia Romagna. L’ obiettivo della rete MIER è la promozione de la comunicazione interculturale come strumento di crescita civile per lo sviluppo di una società inclusiva. Forte della sua rete di collaboratori ed esperti diffusa al livello territoriale, la rete MIER opera nel settore della comunicazione, dell’ editoria e dell’ organizzazione di eventi tutti a valore aggiunto per le istituzioni, imprese ed associazioni.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Spazio pubblicitario

Categorie

Twitter